Patrimonio

Onanì è un paese di circa 400 abitanti, un piccolo centro tra la Barbagia e la Baronia, che possiede un patrimonio artistico a cielo aperto. Passeggiando a Onanì, infatti, potrete ammirare la chiesa di San Pietro, in stile romanico – pisano, le chiese di San Francesco e di San Cosimo e Damiano arricchite dai murales di Diego Asproni, i ruderi di Santa Maria di Loreto e, a qualche chilometro dal paese, la chiesetta campestre di San Bachisio, il santo venerato da tutti gli oneniesi.

Il patrimonio artistico di Onanì, però, non è solo legato all’arte sacra. Tutto il paese, infatti,  è stato decorato con murales e sculture: i murales degli artisti della zona arricchiscono le case private e le strutture pubbliche, mentre le sculture, scolpite durante il simposio tenutosi a Onanì dal 10 al 24 luglio 2011, adornano le piazzette e gli angoli delle vie principali.

in Patrimonio

Chiesa San Pietro

La chiesa di San Pietro risale al 1200 d.C. ed è una chiesa di stile romanico - pisano. I pisani arrivarono sino ad Onanì in quanto ...

Chiesa San Bachisio

Da un punto di vista storico la chiesa di San Bachisio, che si trova a cinque chilometri dal centro abitato di Onanì, è stata eretta intorno ...

Chiesa San Francesco

La chiesa è conosciuta dalla gente dei paesi vicini come Santu Franziscu Anzelu (San Francesco Angelo) forse per differenziarla dalla chiesa di San Francesco di Lula, ...

Chiesa di Santa Maria di Loreto

La chiesa dovrebbe risalire al XVII secolo, anche se non ci sono documenti certi a riguardo. Risulta però quasi del tutto dismessa fin dalla fine del ...

Chiesa dei Santi Cosimo e Damiano

La chiesa dei Santi Cosimo (o Cosma) e Damiano è in realtà conosciuta in paese come chiesa di Santu Gorme. Da un punto di vista architettonico ...

Murales e sculture di Onanì

Il paese di Onanì si può tranquillamente definire una galleria d’arte a cielo aperto. Sono tanti, infatti, i murales che arricchiscono le pareti delle case del ...